Coppa Lazio – Vodice, vittoria thrilling

Non sono mancate di certo le emozioni in queste gare di ritorno del primo turno di Coppa Lazio. Ben due partite sulle cinque in programma hanno avuto bisogno del prolungamento dopo i tempi regolamentari. C’è anche spazio per un vero e proprio caso, quello avvenuto a Vodice dove, finiti i 90 minuti sull’1-0 in favore dei 

Leggi tutto

fabio-rossNon sono mancate di certo le emozioni in queste gare di ritorno del primo turno di Coppa Lazio. Ben due partite sulle cinque in programma hanno avuto bisogno del prolungamento dopo i tempi regolamentari. C’è anche spazio per un vero e proprio caso, quello avvenuto a Vodice dove, finiti i 90 minuti sull’1-0 in favore dei rossoverdi, il direttore di gara ha fatto disputare i tempi supplementari, invece che far tirare i calci di rigore come previsto dal regolamento della competizione.

VITTORIA INUTILE? – E’ quello che potrebbe succedere all’Aurora Vodice se il probabile ricorso del Real Castro dei Volsci dovesse essere accolto. Centoventi minuti di grandi emozioni che quindi potrebbero rivelarsi inutili se il Giudice Sportivo decidesse di far ripetere la partita. Zaccone para, Capponi segna ed il Vodice riesce a trovare il prezioso gol che riequilibria la sfida. A quel punto si dovrebbe andare ai rigori, ma il signor Bellato di Aprilia decide di far giocare i supplementari, nei quali i rossoverdi dilagano con Luison e ancora con Capponi. Servirà a qualcosa?

VODICE – REAL CASTRO DEI VOLSCI 3-0 d.t.s. (1-0)
Aurora Vodice:
Zappone, Tombolillo (16’st Luison), Teresi (10’st Cinelli), Coccia, Trulli, Scardellato F., Belprato, Capponi, Argentesi, De Prosperi, Caporuscio (29’st Aquino). A disp.: Mancini, Tamburo, Celebrin. All.: Puzella.
Real Castro dei Volsci: Guarcini, Mizzoni, Massa, Caracci, Natalizi, Speciosi, Rocca, Giovannone, Pagliei, Campus, Latini. A disp.: Pagliaroli, Pantano, Pandolfi, Turriziani, Frasca, Perfili. All.: Speciosi.
Arbitro: Bellato di Aprilia
Marcatori: 31’st Capponi, 12’pts Luison, 13’sts (rig.) Capponi
Note – Espulsi al 6’pts De Prosperi e Natalizi.

LE ALTRE PARTITE

don_bosco_gaetaDON BOSCO GAETA – VIRTUS PONTINIA 3-2 (passa la Don Bosco Gaeta ai rigori)

Don Bosco Gaeta: Leboffe, Di Tucci, Leccese, D’Amante F., Di Biase, Toscano, Schiano, Ortenzi (8’st Forcina), Bartolomeo (28’st Evangelista), D’Amante A., Fantasia (1’s Santangelo). A disp.: De Carolis, Scinicariello, Aspete, De Laurentiis. All.: Galiano.
Virtus Pontinia: Sist, Andriollo, Donnarumma, Ciarelli (26’st Coco), Rella, Esposito, Guzzon (34’st Zaccheo), Mattei, Marchionne (17’st Buongiorno), Napoleoni, Cerqua Mauro. A disp.: Cerqua Marco, Centra, Gabrielli. All.: Pigini.
Marcatori: 10’ Bartolomeo, 30’ Cerqua, 26’st Coco, 35’st D’Amante A., 41’st Forcina
Note – Ammoniti: Andriollo, Mattei, D’Amante, Toscano, Santangelo, Evangelista e Forcina.

Splendido doppio confronto quello tra Don Bosco Gaeta e Virtus Pontinia. Dieci reti e centottanta minuti non sono bastati per stabilire la formazione qualificata al secondo turno. Alla fine la lotteria dei rigori ha premiato gli oratoriali, freddi dal dischetto con Di Biase dopo l’errore fatale di Mauro Cerqua. I novanta minuti regolamentari erano finiti sul 3-2 per la Don Bosco che era passata subito in vantaggio con Bartolomeo. La Virtus aveva dapprima pareggiato con Coco e poi completato la rimonta con Coco a venti minuti dal termine. Quando sembrava fatta per i biancoblu ecco il ribaltone degli oratoriali firmato Andrea D’Amante e Forcina.

ROMA 70 – ATLETICO CISTERNA 0-0
Roma 70:
Sacconi, Pagliuca, Chiarella, Carpetti, Musolino, Carli, Di Carlo, Calzetta, Fallacci, De Concilis, Conti. A disp.: Zimmatore, Di Mario, Carchedi, Tredici, Capodagli, Melis, Giovannoli.
Atletico Cisterna: Sciacqua, Giacobone, Mezzoprete, Rosati (15’st Vito), D’Annibale, Di Bianco (40’st Sanmarco), Randi, Orbisaglia B., Orbisaglia M. Capogna, Cal (10’st Saba). A disp.: Di Mattia, D’Angelo, Guazzarotto, Salvini.
Note – Espulso al 10’st Randi.
Pareggio doveva essere e pareggio è stato. L’Atletico Cisterna esce indenne dal campo del Roma 70 sulla Magliana e ottiene la qualificazione al secondo turno. I cisternesi impostano una gara di contenimento e soffrono poco le rare offensive dei capitolini. L’espulsione di Randi ad inizio ripresa, avvenuta per un fallo di reazione, complica un pò i piani ma i pontini tengono bene anche nel convulso finale ed eliminano i romani.

VALLERADICE – OLIMPIA 04 3-0
Valleradice:
Di Cicco, Tamborrini, Alonzi M., Fusco, Capobianco D., Poretta M., Capobianco C., Di Vona, Di Pede, Bottoni, Alonzi G. A disp.: Alonzi F., Zolfi, Capoccetti, Poretta G., Pinna, Maltese, Faviola. All.: Persechini.
Olimpia 04: Micozzi, Paolucci, De Angelis, Innamorato, Marzo, Eramo, Calon, Pappalardo, Martines, De Franceschi, Casoria. A disp.: Cifra, Caronti, Rocchi, Nonne, Capozzi, Molinari. All.: Cecconi.
Arbitro: Reali di Cassino
Marcatori: 45’ Di Pede, 15’st Capobianco C., 20’st Alonzi G.
Note – Espulso al 20’st Pappalardo.
Troppo forte questo Valleradice per un Olimpia 04 che ancora deve abituarsi ai ritmi della categoria superiore. A Sora finisce con lo stesso punteggio dell’andata (3-0), anche se i giocatori pontini, per un tempo, mostrano qualche miglioramento rispetto a sette giorni fa. Poi il gol di Di Pede, in chiusura di prima frazione, torna ad evidenziare tutti i limiti attuali della formazione di Cecconi che nella ripresa si inchina altre due volte a Capobianco ed Alonzi.

Davide Di Cesare

Lascia un commento