Coppa Lazio – Ecatombe di pontine

Disastro pontino in questo primo turno di Coppa Lazio di Prima categoria. Si salva dall’ecatombe solo il SS. Pietro e Paolo. Per il resto, quattro eliminazioni, alcune più nette e altre con tante recriminazioni. L’esempio più lampante è quello del Podgora che dopo lo 0-1 della gara d’andata ha sfiorato l’impresa a Tecchiena, prima di 

Leggi tutto

giovanni-bovolentaDisastro pontino in questo primo turno di Coppa Lazio di Prima categoria. Si salva dall’ecatombe solo il SS. Pietro e Paolo. Per il resto, quattro eliminazioni, alcune più nette e altre con tante recriminazioni. L’esempio più lampante è quello del Podgora che dopo lo 0-1 della gara d’andata ha sfiorato l’impresa a Tecchiena, prima di essere raggiunto dal Real solamente a tempo scaduto e su calcio di rigore.

TUTTO NELLA RIPRESA – Un secondo tempo pirotecnico a Tecchiena, dove il Podgora passa in vantaggio con il rigore di Cappelli al 17′. Ciangola riporta subito in parità la situazione ma Lubirati, a dieci minuti dal termine, trova il nuovo vantaggio gialloblu. Sembra fatta per la formazione di Magrin ma proprio allo scoccare del novantesimo i padroni di casa trovano il penalty che vale la qualificazione: a segnarlo è ancora Ciangola.

REAL TECCHIENA – BORGO PODGORA 1950 2-2
Real Tecchiena:
Sabellico, Gabrielli, Ruggiero, Ciotoli, Fanfarillo, Capoccetta, Pisa, Mizzoni, Bellardini, Cellitti, Bragaglia. A disp.: Boccardi, Capuani, Giansanti, Catallo, Fortini, Cimmino, Ciangola. All.: Russo.
Borgo Podgora 1950: Vergara, Bragazzi, Costa, Vitali (39’st Ruta), Salaro, Policriti, Cappelli, Pestrin (1’st Pagliuca), Lubirati, Piva, Barbierato (15’st Banin). A disp.: Ristic, Campagnoli, Eze. All.: Magrin.
Marcatori: 17’st Cappelli (rig.), 24’st Ciangola, 35’st Lubirati, 45’st Ciangola (rig.).

LE ALTRE PARTITE

SERMONETA CALCIO – PIBE DE ORO 1-0
Sermoneta Calcio:
Santone, Manni, Notari (35’st Palombo), Fiaschetti, Zanella, Cargnelutti, Anzalone (10’st Maggi), Gnessi, Bovolenta, Beco (25’st Pacifici), Tittoni. A disp.: Perna, Bozza, Reali, Cappelletti. All.: Campagna.
Pibe de Oro: Brugnoli L., Dell’Armi, Caliendo, Mura, Nazio, Terenzi Mas., Pellegrino, Rovere, Saffaroni, Terenzi Man., Della Valle. A disp.: Melfa, Salvatori, Patrizi, Beretta, Brugnoli E., Agostinelli, Scaramella. All.: Parchiesi.
Arbitro: Angeli di Formia.
Marcatore: 43’st Bovolenta.
Pensare di poter ribaltare la sconfitta dell’andata era francamente difficile da ipotizzare. Il Sermoneta ci ha provato, giocando la sua partita al cospetto di un Pibe de Oro che ha potuto giocare in tranquillità, gestendo le tre reti di vantaggio. I ragazzi di Campagna, in ogni modo, hanno messo altri minuti nelle gambe in vista dell’esordio di domenica prossima in campionato ed alla fine hanno ottenuto una vittoria buona per il morale. Il match-winner è stato Giovanni Bovolenta, a segno a due minuti dal termine.

OSTIA ANTICA – MONTELLO 1-1
Ostia Antica:
Lucci, Lembo, Alcini, Bornino, Iorvino, Mundula, Angelucci, Coloccini, Legni, Papacci, Manuelli. A disp.: De Angelis, Leonardi, Bonaventura, Osvaldini, Pinci, Piredda, Vergari. All.: Nardi.
Montello: Secchi, D’Aglietti, Perica, Lorenzin, Rigoni, Pinna, Della Milia (15’st Pelle), Fioravanti (85’st Sanavia), Trabacchin, Gatto (30’st Lo Martire), Piccolo. A disp.: Francescucci, Corato, Zonzin, Asciolla. All.: Campo.
Marcatori: 25’pt Fioravanti, 20’st Legni.
Che peccato. Il Montello esce dalla Coppa Lazio con qualche rimpianto ma con la consapevolezza di poter giocare alla pari con qualsiasi avversario. I biancazzurri, condannati a vincere in casa dell’Ostiantica, passavano in vantaggio a metà primo tempo con Fioravanti. La doccia fredda arrivava però a venti minuti dal termine. la conclusione dalla distanza di Legni subiva la decisiva deviazione di Rigoni che beffava Secchi e dava la qualificazione ai romani.

fabio-palluzziROCCAGORGA – ARPINO 1-3
Roccagorga:
Di Raimo, Forte, Iaconelli, Bonanni G. (10’st Orsini), Gerotto, Raimondi, Bonanni A. (30’ Cammarone), Aronne, Palluzzi, Mazzocchi, Tramentozzi (27’st Tolfa). A disp.: Battisti, Guspini, Consoli, Dell’Unto. All.: Rossi (Stefanini squalificato).
Arpino: Vano, Marini, Marchionne, Farina, Alario, Giannetti, D’Agostini, Musi, Rea, De Benedectis, Iafrate. All.: Testa.
Marcatori: 18’st, 38’st e 41’st Rea, 27’st Palluzzi
Non riesce nell’impresa di ribaltare la sconfitta dell’andata il Roccagorga che così deve dire addio alla Coppa Lazio. I rossoneri giocano bene ma peccano di inesperienza di fronte ad un Arpino certamente più smaliziato ed avvezzo al campionato di Prima categoria. Al «Romolo Orsini» finisce 3-1 per i ciociari che dopo un primo tempo dedicato al contenimento degli assalti del Roccagorga, passa in contropiede al diciottesimo della ripresa con Rea. Palluzzi riequilibria la situazione nove minuti più tardi ma proprio nel momento di maggior pressione rossonera arriva l’uno-due che chiude definitivamente i giochi. A spegnere le speranze dei lepini è ancora Rea.

Davide Di Cesare e Simone D’Arpino

Lascia un commento