Il Priverno vuole il tris

Per riprendersi dall’uragano Bassiano e dallo choc nel vedersi servire la “vendetta dell’ex” Cocuzzi; e così riprendere il discorso con la vittoria, il Pontinia di Moreno Mancini riparte ospitando al comunale una nobile decaduta, il Priverno. Una partita tra due squadre a pari punti, che dirà molto sulle loro potenzialità effettive e che entrambe non 

Leggi tutto

moreno-manciniPer riprendersi dall’uragano Bassiano e dallo choc nel vedersi servire la “vendetta dell’ex” Cocuzzi; e così riprendere il discorso con la vittoria, il Pontinia di Moreno Mancini riparte ospitando al comunale una nobile decaduta, il Priverno. Una partita tra due squadre a pari punti, che dirà molto sulle loro potenzialità effettive e che entrambe non possono sbagliare se vogliono continuare a dire la loro in chiave Eccellenza. Per gli amaranto formazione quasi obbligata: possibilità di vedere in avanti Zanutto dal primo minuto, per il quale a lasciargli spazio dovrebbe essere uno tra Guarda e Bovolenta. Probabilità alta di partire titolare nche per Perfetti. Dopo due vittorie di fila, un rilanciato Priverno proverà a ripetere la bella prova contro la Nuova Circe; per mister Borelli c’è il ritorno del mediano di rottura D’Onofrio dopo aver scontato il turno di squalifica, mentre chi rimarrà di certo al suo posto sarà il match winner di domenica scorsa Casaburi, che potrebbe essere supportato in attacco da Sampaolo, partito in panchina contro i sanfeliciani.

PONTINIA: Carbone, Stefanelli, Onorato, Conti, Fiorini, Ambrosi, Perfetti, Di Emma, Di Raimo, Zanutto, Guarda, Cerrocchi.All. Mancini

PRIVERNO: Perretta, Cecconi, De Bellis, Pannozzo, Fusco, Rossetti, Locatelli, Arquati, Sampaolo, Casaburi Parisella A disp: Perna, De Santis, Minetti, Casale, Vattucci. All. Borelli

PRO CALCIO CERCA LA VITTORIA – Dalla tribuna mister Velletri potrà assistere alla sua Pro Calcio Fondi nel tentativo di sbarrare la strada alla capolista Roccasecca. Rossoblù che hanno ripreso un po’ di vigore dopo il primo punto arrivato sul proprio campo contro il Vallecorsa, in seguito alle due batoste iniziali contro Tecchiena e Formia 1905. Un eventuale punteggio pieno in loro favore scaccerebbe via a calci una crisi finora palese. Dopo lo stop di Priverno la Nuova Circe riparte dal fanalino di coda Supino; per farlo in avanti fiducia rinnovata al tridente Sampaolo, Di Giorgio, Rieti. Sul campo della matricola Arce, va a caccia di conferme il Bassiano, che dopo la prova altisonante contro il Pontinia, farà di tutto per rimanere agganciato ai quartieri alti della classifica. Cocuzzi, in attacco di fianco a Di Giosia, vorrà dimostrare di tenere ancora intatta la sua vena realizzativa.

varroniRISCATTO VIS SEZZE – Difficile, ma non impossibile, l’impegno per la Vis Sezze Setina di Scagliarini sul campo del Tecchiena, un’altra accreditata alla promozione. Scagliarini, che non si sente in discussione, riproporrà in avanti la coppia Pellerani-Forzan. A dare prova del suo reale valore sarà chiamata anche la Nuova Itri nell’esame Vallecorsa. Contro una formazione attrezzata, gli itrani dovranno ripetere la bella prova di forza che li ha visti prevalere sul Formia 1905 per 4-3. Formiani che a loro volta ospiteranno l’outsider Anitrella, ancora imbattuta in questo campionato. Rimanendo in tema di outsider ancora imbattute viene alla mente l’Atletico Sabotino, che vorrà di certo proseguire nella sua serie positiva, ma avrà contro uno Scauri Minturno dal dente avvelenato che all’Andriollo cercherà la scossa al proprio torneo che finora l’ha visto collezionare la miseria di un punto in tre partite. Conclude il quadro di questa quarta giornata un match dei piani bassi della classifica ma comunque di alta intensità: Colfelice-Fontana Liri.

Tommaso Ardagna

Lascia un commento