Ziroli: «Non abbiamo ancora vinto niente»

Obiettivo primario: volare basso. Questo è il credo di mister Roberto Ziroli in vista del prossimo campionato per il quale in molti hanno dato il suo San Michele come principale favorita. «I campionati non si vincono sulla carta stampata, bisogna dimostrare il proprio valore sul campo», ha affermato il tecnico, al quale non è piaciuta 

Leggi tutto

ziroli-san-micheleObiettivo primario: volare basso. Questo è il credo di mister Roberto Ziroli in vista del prossimo campionato per il quale in molti hanno dato il suo San Michele come principale favorita. «I campionati non si vincono sulla carta stampata, bisogna dimostrare il proprio valore sul campo», ha affermato il tecnico, al quale non è piaciuta la pompa magna con la quale è stata accompagnata la squadra in tutto questo pre-campionato. Il mister ha ribadito che per vincere il campionato quest’anno i borghigiani dovranno vedersela con almeno sei sette squadre: «Ci sono formazioni come Borgo Flora, Samagor, Podgora, San Pietro e Paolo, Sermoneta; senza nulla togliere alle possibili outsider come Montello e Roccagorga, che vorranno dire la loro e sono attrezzatissime per farlo. Certo dentro ci possiamo stare anche noi, ma vogliamo partire alla pari con le altre».

PRE CAMPIONATO – Intanto prosegue il periodo di preparazione prima del debutto in campionato contro la matricola Montello; proprio ieri la sqaudra si è dedicata al potenziamento muscolare sulle salite del parco San Marco, in attesa di disputare le ultime sgambature, oggi contro la juniores d’élite della Vigor Cisterna e domenica prossima contro il Cori. Nonostante la faraonica campagna acquisti effettuata, ecco su chi punta il tecnico gialloverde: «Luca Mancini, un ragazzo del ’90 che ho visto crescere perché lo allenavo già quando era un16enne. Anche lui ha delle qualità non indifferenti e ci aiuterà a raggiungere il nostro obiettivo».

Tommaso Ardagna

Lascia un commento