Coletta:”Non è questo il modello di calcio che ci auspichiamo”

A Gaeta l’amarezza per la sconfitta del Francioni sembra ancora non essere passata ma anche Latina difficilmente dimenticherà come ha subito il secondo gol. In questa situazione scende in campo il pacere Damiano Coletta, vice presidente dell’Us Latina: “Con la società pensiamo che sia opportuno abbassare i toni, sia nei comportamenti, sia nei giudizi. Non 

Leggi tutto

coletta-1A Gaeta l’amarezza per la sconfitta del Francioni sembra ancora non essere passata ma anche Latina difficilmente dimenticherà come ha subito il secondo gol. In questa situazione scende in campo il pacere Damiano Coletta, vice presidente dell’Us Latina: “Con la società pensiamo che sia opportuno abbassare i toni, sia nei comportamenti, sia nei giudizi. Non è certo questo il modello di calcio che noi ci auspichiamo. Noi dell’ambiente – prosegue Coletta – abbiamo delle grandi responsabilità e dobbiamo essere un modello comportamentale per i ragazzi che guardano il calcio, anche al nostro livello. Si sa che nella tensione della gara possono venir dette parole che vanno oltre le intenzioni e la buona educazione. L’importante è che a fine partita ci si possa stringere la mano e tutto deve finire lì.

LA RABBIA DEI MISTER – Se il nostro mister può aver detto qualche parola di troppo credo sia giusto chiarirsi. La sua è stata una reazione riguardo un comportamento antisportivo. Mister Torrisi, da uomo di calcio qual’è, rivedendo a mente fredda l’azione incriminata e potendo tornare indietro sono sicuro che avrebbe invitato il proprio giocatore a fermare il gioco.

FAI PLAY – Voglio augurarmi che non si sia accorto del nostro giocatore a terra, anzi sono sicuro che sia così altrimenti avrebbe perso un’occasione per dare un segno, un segnale di fair-play. Si parla tanto del fair play nel rugby ma se non iniziamo noi anche nel nostro piccolo ad essere di buon esempio attraverso i comportamenti, continueremo a dare un’immagine del calcio troppo sopra le righe. Altrettanto il presidente Magliozzi credo sia stato travisato in merito alle dichiarazioni sul nostro tecnico. Non penso che volesse esprimere tali giudizi sul nostro mister. Sibilia è un uomo di calcio e sta nel calcio da una vita. E’ una persona di carattere e qualche volta ha un atteggiamento un pò guascone che non deve essere male interpretato ma va sempre inquadrato nell’ambito della sana provocazione sportiva. Non a caso ha vinto 5 campionati e forse è grazie anche al suo atteggiamento e alla sua capacità di motivare l’ambiente se l’anno scorso abbiamo vinto i l campionato quando erano in pochi a crederci.

L’INCONTRO – Mi farebbe piacere che con l’amico Magliozzi, con il mister Torrisi , il nostro Presidente Condò che ha sempre preteso lealtà e correttezza di comportamento in campo e fuori, il nostro mister Sibilia ci si sieda attorno ad un tavolo , ci si stringa la mano dando un buon esempio di comportamento in nome di un’immagine sana e pulita dello sport, alla quale tutto quanti noi vorremmo auspicare”.

Lascia un commento