Cisterna – Terracina, non si può più sbagliare

Un derby tra deluse, ma anche una grande occasione di rilancio. C’è questo e altro nella sfida di oggi tra Terracina e Vigor Cisterna. Si scende in campo al “Mario Colavolpe” (calcio di inizio alle ore 16), per il primo turno di Coppa Italia. Competizione che, come sempre, vedrà un duello fratricida tra le formazioni 

Leggi tutto

barbabella1Un derby tra deluse, ma anche una grande occasione di rilancio. C’è questo e altro nella sfida di oggi tra Terracina e Vigor Cisterna. Si scende in campo al “Mario Colavolpe” (calcio di inizio alle ore 16), per il primo turno di Coppa Italia. Competizione che, come sempre, vedrà un duello fratricida tra le formazioni pontine, raggruppate in un mini-girone a 3 che deciderà chi sarà a proseguire il proprio cammino nel torneo nazionale.

FORMIA ALLA FINESTRA – Terracina e Cisterna, infatti, dovranno vedersela anche con il Formia, squadra che ha alzato la Coppa nel 2007 ma che domani osserverà, o meglio, attenderà notizie dal match in programma nell’impianto terracinese. Sì, perchè la gara del «Colavolpe» si giocherà a porte chiuse.

VIETATO SBAGLIARE – Una sfida importante, come abbiamo accennato in precedenza, per molti motivi. Il Cisterna giunge alla sfida con ancora l’amaro in bocca per la sconfitta, pesante, subita domenica scorsa in casa dell’Anziolavinio. Un 3-1 che ha fatto sprofondare la formazione di mister Montarani all’ultimo posto della classifica, unica squadra con zero punti in classifica. Dall’altra parte il Terracina reduce da un pareggio, domenica, che ha fatto risollevare le quotazioni dei tigrotti che, dopo le note vicissitudine societarie, sta lentamente ricostruendo una squadra che possa affrontare un campionato lungo e difficile come l’Eccellenza. In questo senso, grande importanza riveste l’arrivo del portiere in età di Lega, Stefanini, prelevato dall’Us Latina.

BellamioSFIDA VERA – Ci sarà da aspettarsi, dunque, una partita vera e dal forte contenuto emotivo. Anche se ci si sta giocando una qualificazione in Coppa Italia, infatti, entrambi i mister sanno che la vittoria è da sempre la miglior cura possibile per uscire dai momenti di difficoltà. Montarani si affiderà quasi certamente al 4-3-3 che ha fatto vedere dei progressi evidenti ad Anzio, nonostante il risultato, rispetto alla gara di esordio con il Real Pomezia. Dall’altra parte, Barbabella dovrebbe confermare la squadra che ha pareggiato in casa del Formia domenica passata. Tutto è pronto, sbagliare è vietato.

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento