Chi sale e chi scende nella seconda di campionato

Ritorna l’appuntamento con il Bar dello Sport di Zona Pontina. Tra i tavolini del bar arrivano i primi commenti di questa seconda giornata di campionato, c’è chi si conferma, chi continua a sorprendere e chi invece reagisce. Insomma argomenti da discutere al Bar dello Sport ce ne sono anche per questa giornata che ha visto 

Leggi tutto

progetto-bar-dello-sportRitorna l’appuntamento con il Bar dello Sport di Zona Pontina. Tra i tavolini del bar arrivano i primi commenti di questa seconda giornata di campionato, c’è chi si conferma, chi continua a sorprendere e chi invece reagisce. Insomma argomenti da discutere al Bar dello Sport ce ne sono anche per questa giornata che ha visto un grande Fondi ma anche due grandi bomber: Sampaolo della Nuova Circe e Martucci della Nuova Itri. Tersigni e Mancini fanno volare Pontinia e Formia 1905. Ancora tutto da dimenticare a Cisterna, invece, dove Cavaliere è il protagonista in negativo della seconda sconfitta consecutiva.

CHI SALE…

branicki-e-ezeadiIl Fondi ha “Liquidato” la pratica sarda

Un’estate di silenzi, nell’attesa dell’ufficialità della serie D. Tutto questo ha portato la formazione rossoblu ad un inizio tardivo della preparazione ma ora, alla seconda giornata, i ragazzi di Liquidato sono già a 4 punti. Sicuramente gran parte del merito va all’Arnale Rosso ma il Fondi ha giocato una gran partita, con pochi rischi ma creandone un’infinità alla porta avversaria. Se Branicki non sarà un bomber, sicuramente è l’arma giusta per mandare in rete i suoi compagni. La macchina Fondi non ha ancora l’assetto perfezionato ma ha un potenziale enorme per poter fare bene in questa stagione…Latina avvisato!

Ivan Sampaolo…ancora tu

Il suo passaggio dall’Atletco Sabotino alla Nuova Circe è passato troppo inosservato. Dopo un campionato decisamente da dimenticare in Prima categoria il centravanti rossoblu ha subito ricordato a tutti di che pasta è fatto. Se il gol del 3-1 della prima giornata ha solo chiuso l’incontro la rete di domenica con il Bassiano è di quelle che pesano. Gol da tre punti contro un’avversaria che punta decisamente in alto e così Sampaolo è tornato re.

Andrea Martucci, el segna sempre lu’

Segna sempre lui. Il record man della Promozione ha già firmato per due volte il tabellino dei marcatori e in questi primi centottanta minuti di campionato ha fatto intendere che il record raggiunto lo scorso anno non ha minimamente scalfito la sua voglia di gol. Le difese avversarie sono avvisate…

Pontinia e Formia, una rondine fa primavera?

Il Pontinia è partito subito forte. Campagna acquisti non faraonica ma più che altro dettagliata. Sono arrivati i giocatori di cui Mancini aveva bisogno e la creatura Pontinia per il momento regala i frutti sperati. Il tutto nel segno di Cerrocchi: prima il gol da tre punti in casa del Fontana Liri e poi il rigore con lo Scauri nell’esordio casalingo. Se Mancini sta lavorando bene a Pontinia altrettanto sta facendo Tersigni a Formia. L’allenatore, che certamente ha ottimi ricordi a Formia, ha messo su una squadra di tutto rispetto. In estate si è rischiata la Prima categoria, ora ive

Un-due-tre esplode il Priverno

La sconfitta interna all’esordio con il Roccasecca aveva lasciato un po’ di amaro in bocca. La maledizione di un Priverno bello ma inconcludente sembrava continuare nel primo tempo di Supino, chiuso in svantaggio per 1-0. Ed invece, nella ripresa ecco il bruco biancoceleste diventare una splendida farfalla. Prima Rossetti e poi due volte Vattucci ribaltavano la situazione regalando il primo sorriso stagionale ad un Borrelli che ora potrà certamente lavorare più sereno.

… E CHI SCENDE

anzio2Cavaliere, ma con qualche macchia

E’ stato l’emblema del difficile momento che sta attraversando la sua Vigor Cisterna. Cavaliere, difensore centrale, non si dicuste: giocatore esperto e che ha vinto i suoi campionati. Domenica, però, al Bruschini è andato decisamente nel pallone: superato sistematicamente dalla freccia Gamboni (che alla fine farà due gol), è complice in negativo sul secondo e sul terzo gol presi dai suoi e non basta l’aver propiziato il gol della bandiere della Vigor per avere la sufficienza. A questo Cisterna serve un Cavaliere, sì, ma senza macchia.

Scauri Minturno, primo campanello d’allarme

Seconda sconfitta in altrettante gare per l’undici di Pernice; prima la Nuova Circe, ora il Pontinia di Moreno Mancini. Il problema principale dell’undici rossoblu sembra essere il pacchetto arretrato: cinque reti subite in centottanta minuti sono tante per un gruppo che punta senza mezzi termini alla salvezza. E allora bisogna ripartire da quello che si è visto di buono in queste due gare: il gioco c’è, forse manca la necessaria cattiveria sotto rete.

sibilia-torrisiPrime baruffe da stadio

Vanno tra i bassi Fortunato Torrisi e Giancarlo Siblia, protagoniti della domenica al Francioni, quello stesso Francioni che in passato li vide allo stesso modo protagonisti che con la maglia del Latina. La posta in palio era alta, la partita è stata contornata da gialli e veleni, ma quello che si è visto e detto al termine del match è quantomeno censurabile e degna del bar dello sport. No, non vogliamo essere bacchettoni, ma probabilmente in questo caso si è persa un po’ di vista la lealtà ed il rispetto reciproco, valori imprescindibili nello sport. Nel calcio, però, ci può stare anche questo aspetto. Aspetto che contribuisce a dare a questo campionato un fascino del tutto particolare. Benvenuti nella Seride D dei derby!

PRO CALCIO FONDI, CHE INCUBO

Un inizio da incubo. Due sconfitte in due partite, cinque reti incassate, nessuna realizzata e ultimo posto in classifica. Neanche lo sceneggiatore di “Nightmare” sarebbe riuscito a creare più angoscia di questi primi centottanta minuti di campionato alla truppa di Luca Velletri. Inspiegabile quello che sta accadendo: a Fondi ovviamente si augurano che il sole sorga presto, ma per il momento è notte fonda a Fondi…

VIS SEZZE SETINA, BICCHIERE MEZZO..VUOTO

Il solito discorso del bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto. Bicchiere mezzo pieno: Scagliarini può essere contento del punto conquistato all’«Andriollo» al termine di una gara che poteva vincere, ma che ha soprattutto rischiato di perdere. Bicchiere mezzo (se non del tutto) vuoto: manovra e costruzione del gioco sono due componenti del gioco del calcio che a Sezze, per il momento, non possono apprezzare, e se mancasse Pellerani…

Lascia un commento