Formia- Terracina, un derby dai due volti

Il morale è quello che è, le tattiche ancora non sono state assimilate e la rosa attende ancora rinforzi ma il Terracina di mister Barbabella deve andare avanti. La sconfitta di Colleferro ha portato più segnali positivi di quanto si immaginasse ed è propro da lì che l’ex allenatore del Boville dovrà ripartire. RIPRENDERE QUOTA 

Leggi tutto

caligiuriIl morale è quello che è, le tattiche ancora non sono state assimilate e la rosa attende ancora rinforzi ma il Terracina di mister Barbabella deve andare avanti. La sconfitta di Colleferro ha portato più segnali positivi di quanto si immaginasse ed è propro da lì che l’ex allenatore del Boville dovrà ripartire.

RIPRENDERE QUOTA – Contro il Formia la statistica è dalla sua, non avendo mai perso, un buon punto di partenza per poter preparare al meglio questa delicata sfida. Sarà il ritorno al Colavolpe (ore 15), stavolta dall’inizio del campionato ed anche questo può essere un punto a favore dei tigrotti.

CAIGIURI – L’ultimo dato a favore della squadra si chiama Carlo Caligiuri, restato a Terracina e probabilmente il giocatore che dovrà trascinare la squadra alla vittoria nei momenti di difficoltà. Se non ci saranno novità in entrata formazione confermata con il solo Di Rocco assente per squalifica (2 turni) dopo il rosso di Colleferro.

formazione-formiaQUI FORMIA –
In casa Formi brilla invece il sereno dopo la prima vittoria in campionato. Intanto è rientrata anche la paura per quanto riguarda l’infortunio di Pasquale Ferraro. Il giocatore in settimana si è sottoposto a risonanza magnetica ma non è stato trovato nulla di grave. Una piccola lesione ad una fibra muscolare che lo terrà fermo per questa sfida contro il Terracina ma già da martedì l’ala formiana si riaggregherà nuovamente al gruppo. Non sarà della partita anche il capitano Agostino De Santis, espulso all’esordio con la Vis Artena. Al posto dei due assenti dovrebbero agire dal primo minuto Valente e Cardinale.

Stefano Scala e Marco Iannotta

Lascia un commento