Vigor Cisterna, Sannino non fa drammi

E’ stato il protagonista sfortunato della gara persa dalla Vigor Cisterna al “Francioni” contro il Real Pomezia. In soli trentasette minuti giocati ha creato lo scompiglio nella retroguardia pometina che fin lì aveva retto senza particolari problemi le rare offensive biancazzurre. Peccato solo che le sue iniziative non abbiano fruttato nessuna rete alla Vigor Cisterna, 

Leggi tutto

sannino1E’ stato il protagonista sfortunato della gara persa dalla Vigor Cisterna al “Francioni” contro il Real Pomezia. In soli trentasette minuti giocati ha creato lo scompiglio nella retroguardia pometina che fin lì aveva retto senza particolari problemi le rare offensive biancazzurre. Peccato solo che le sue iniziative non abbiano fruttato nessuna rete alla Vigor Cisterna, un pò per sfortuna e un pò anche per l’imprecisione degli altri avanti pontini.

SCOSSA MENTALE – Sannino però preferisce non darsi troppi meriti: “La squadra ha avuto una scossa mentale durante l’intervallo – spiega l’attaccante pontino – Il mio ingresso è stato importante ma credo che i miei compagni si sarebbero sbloccati al di là della mia presenza. Nel finale ci è mancato solamente il gol, che comunque avremmo meritato”.

TITOLARE CON L’ANZIOLAVINIO? – Vederlo seminare due o tre difensori alla volta ha fatto pensare agli spettatori del “Francioni” che se Sannino avesse giocato dal primo minuto forse le cose sarebbero cambiate per la Vigor Cisterna. Con i se e con i ma, si sa, non si va da nessuna parte, ma pensare ad un Sannino titolare domenica al “Bruschini” di Anzio non sembra un azzardo. Lui però preferisce pensare prima al gruppo:”E’ chiaro che spero di partire dal primo minuto ma la priorità è il bene della squadra e se anche dovessi iniziare dalla panchina come col Real Pomezia, dovrò essere bravo a farmi trovare pronto a partita in corso”.

Davide Di Cesare

Lascia un commento