Il Cisterna “migra” al “Francioni”

Alla fine il figliol prodigo è tornato a casa. Domenico Capitani e la sua Vigor Cisterna ritrovano sulla propria strada il “Domenico Francioni”, stadio che farà da cornice all’esordio in Eccellenza dei cisternesi. Un vero e proprio peregrinaggio durato un’estate intera, quello del neonato sodalizio cisternese che non riesce davvero a trovare un terreno di 

Leggi tutto

stadio_francioniAlla fine il figliol prodigo è tornato a casa. Domenico Capitani e la sua Vigor Cisterna ritrovano sulla propria strada il “Domenico Francioni”, stadio che farà da cornice all’esordio in Eccellenza dei cisternesi. Un vero e proprio peregrinaggio durato un’estate intera, quello del neonato sodalizio cisternese che non riesce davvero a trovare un terreno di gioco dove poter disputare le gare interne.

LUNGO PEREGRINARE – Dopo l’opzione “Comunale” di San Valentino, saltata prematuramente per i troppi lavori di ripristino di cui necessitava l’impianto cisternese, e dopo la bocciatura da parte della Prefettura di Latina dell’Oscar Zonzin di Montello, seconda opzione maturata nelle menti della dirigenza biancoblu, tutto era sembrato accomodarsi con la migrazione allo Stoza di Cori: stadio grande e vicino casa. Già pronti i pullman dei tifosi, già pronto l’undici di Montarani che aveva provato il campo nei giorni scorsi in vista dell’esordio con il Real Pomezia (ore 16)…e invece

SOLO UNA DOMENICA – Invece nulla di fatto. Lo “Stoza” non può ospitare gare di Eccellenza, questo l’ultimo incredibile verdetto emerso dai rilevamenti effettuati dalle autorità competenti nelle scorse ore. Soluzione? Qualche telefonata del patron Capitani ed ecco riaprirsi le porte del Francioni di Latina, soluzione temporanea solo per questa domenica. Poi? Poi chissà!

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento