Fuga di “scarpette” da Bassiano

Una fuga a tre quella dalla corte di Gerardo Bocchino. A 2 giorni da dall’inizio del campionato il suo Bassiano dovrà fare a meno in colpo solo di Marinelli, Nardin e Campagna. Marinelli, residente a Pomezia, ha dovuto dar spazio a ciò che oltre al calcio è più importante per la sua vita e cioè 

Leggi tutto

bocchinoUna fuga a tre quella dalla corte di Gerardo Bocchino. A 2 giorni da dall’inizio del campionato il suo Bassiano dovrà fare a meno in colpo solo di Marinelli, Nardin e Campagna. Marinelli, residente a Pomezia, ha dovuto dar spazio a ciò che oltre al calcio è più importante per la sua vita e cioè il lavoro; il terzino del ’90 e l’attaccante, invece, non hanno trovato l’accordo con la società. Una “fuga di scarpette” che non lascia perplesso più di tanto l’allenatore pontino che con la stagione alle porte la prende si con dispiacere ma anche con filosofia: “Dispiace ma purtroppo sono cose che capitano – ha commentato Bocchino – a livello d’organico cambierà solo che prima eravamo 24 adesso siamo 21, se ci saranno rinforzi deciderà il presidente in seguito magari a Gennaio a seconda della posizione di campionato che raggiungeremo”. E il Bassiano non ha di che preoccuparsi poichè la rosa appare già fornita, soprattutto sul versante stranieri: “Abbiamo già in squadra dei difensori validi come Lucas Moreta Santos e Santin, che rappresentano già una certezza; e in più aspettiamo ill transfer dall’Argentina per poter schierare Ricardo Glodio, che è andato in prova anche a Latina. Per quanto riguarda il campionato cercheremo di far bene a cominciare dal Supino”.

Tommaso Ardagna

Lascia un commento