Sporting Terracina e Borgo Santa Maria, primi movimenti

Un ripescaggio frutto del lavoro e della serietà della società. Lo Sporting Terracina festeggia l’approdo in Seconda categoria: un traguardo impensabile qualche mese fa quando la dirigenza sembrava in grave difficoltà. Poi il cambio di società: lo Sporting passa nelle mani del presidente Massimo Caringi e la storia cambia: “Alla presentazione della squadra – spiega 

Leggi tutto

massimo_caringi_presidente_sporting_terracinaUn ripescaggio frutto del lavoro e della serietà della società. Lo Sporting Terracina festeggia l’approdo in Seconda categoria: un traguardo impensabile qualche mese fa quando la dirigenza sembrava in grave difficoltà. Poi il cambio di società: lo Sporting passa nelle mani del presidente Massimo Caringi e la storia cambia: “Alla presentazione della squadra – spiega il numero uno dello Sporting – Avevo promesso il salto di categoria tra lo scetticismo generale, ora sono felice di aver mantenuto la parola”.

Un riconoscimento giunto dai vertici federali non tanto per il risultato sportivo acquisito nel precedente torneo quanto per la serietà dimostrata nel finale di campionato dalla rinnovata dirigenza. Alla base della rinascita c’è anche un progetto tecnico ben definito: “Mister Popolla, esperto tecnico di categoria, grazie alla sua competenza e alla serenità trasmessa ai calciatori ha riportato entusiasmo nell’ambiente – continua Caringi – Ora possiamo continuare il percorso iniziato lo scorso mese di ottobre, vale a dire allestire una rosa composta da un gruppo di calciatori-amici locali in grado di ben figurare in questa categoria”.

Significativa la collaborazione con la miglior società di settore giovanile della città e non solo: “I calciatori che usciranno dal loro vivaio della Juventute Terracina verranno inglobati nello Sporting. Mi riferisco in particolare a coloro che non troveranno spazio in campionati prestigiosi. L’ intesa con la Juventute nasce dalla condivisione di queste idee, tant’è che quest’anno sarà proprio un anno di sperimentazione per la nostra Juniores, che utilizzerà molti ragazzi provenienti proprio dal sodalizio dell’ amico Attilio Saturno (presidente della Juventute, ndr) facendoli crescere in prospettiva per la prima squadra”, conclude Massimo Caringi. La nuova avventura dello Sporting Terracina è iniziata, l’obiettivo minimo per la prima squadra è ottenere una salvezza tranquilla.

bruscaginIntanto si muove anche l’altra ripescata dell’ultim’ora, il Borgo Santa Maria del presidente Oriano Biscuola. La formazione rossoblu ha ufficializzato il nome del tecnico che guiderà i borghigiani in questa nuova avventura in rossoblu: si tratta di Giacomo Bruscagin, ex allenatore dell’Agora Santa Rita e profondo conoscitore della categoria.

Davide Di Cesare

Lascia un commento