La Samagor accoglie i suoi acquisti

Vuole fare un campionato tranquillo la Samagor di mister Gennaro Ciaramella; ma stando ai nuovi arrivi in chiave mercato, non si direbbe. Dopo la conferma dell’attaccante di prestigio quale Ivan Sarra, quarto in prima categoria lo scorso anno con il San Pietro e Paolo; approdano in gialloblù altri due elementi interessanti. Sarra, infatti, verrà affiancato 

Leggi tutto

lucarini-di-taccoVuole fare un campionato tranquillo la Samagor di mister Gennaro Ciaramella; ma stando ai nuovi arrivi in chiave mercato, non si direbbe. Dopo la conferma dell’attaccante di prestigio quale Ivan Sarra, quarto in prima categoria lo scorso anno con il San Pietro e Paolo; approdano in gialloblù altri due elementi interessanti. Sarra, infatti, verrà affiancato dal collega di reparto, proveniente dal Santa Rita, Lucarini; il bomber, 20 anni, era uno degli obiettivi principali della società. Ma se il reparto avanzato comincia a prendere una sua ferma identità, non poteva farsi attendere la firma di chi doveva “occuparsi di far legna”; e allora ecco spuntare anche Manuele Zomparelli, un difensore tutta esperienza che nella precedente stagione militava tra le fila del Pontinia. Una valida pedina in più che va ad aggiungersi ad un reparto al quale non fanno male delle alternative di spessore. Ma a far felice Ciaramella c’è anche la conferma di Andrea Di Marcantonio; il centrale, infatti non rientrerà al Santa Rita scegliendo di proseguire la sua strada con Ciaramella.

Un quartetto di rinforzi utilissimi alla causa di una Samagor il cui tecnico, nonostante tutto, continua rimanere con i piedi ben saldi a terra: “Il nostro obiettivo resta quello di far bene – dichiara Ciarmella – vogliamo fare un campionato tranquillo, puntando all’obiettivo che più è alla nostra portata, ovvero il piazzamento in coppa Lazio. Se avremo modo di crescere progressivamente sul piano del gioco durante il corso della stagione e riusciremo nella lotta per la Promozione si vedrà. Per quanto riguarda i nuovi arrivi sono giocatori che erano alla nostra portata e che abbiamo inseguito perché ritenuti validi ad apportare un grande contributo alla squadra. Forse però sul mercato non ci fermeremo qui; faremo vedere comunque il nostro valore”. Anche se non lo da tanto a vedere,  per la Samagor non sarà proibito sognare in grande.

Tommaso Ardagna

Lascia un commento