Seconda categoria O – Basteranno novanta minuti per gli ultimi verdetti?

L’adunata degli alpini non ferma il Girone O che scende in campo domani per l’ultima giornata. Novanta minuti di passione per tante squadre che ancora non vedono segnato il proprio destino. Novanta minuti che potrebbero però non bastare ad ufficializzare i tanti verdetti ancora in bilico: lo spettro degli spareggi, infatti, aleggia sia in cima alla 

Leggi tutto

sorreca santa-croceL’adunata degli alpini non ferma il Girone O che scende in campo domani per l’ultima giornata. Novanta minuti di passione per tante squadre che ancora non vedono segnato il proprio destino. Novanta minuti che potrebbero però non bastare ad ufficializzare i tanti verdetti ancora in bilico: lo spettro degli spareggi, infatti, aleggia sia in cima alla classifica che nella lotta per non retrocedere.

E’ il caso di Roccagorga e Santa Croce, appaiate in vetta a quota 60 punti. I rossoneri non dovrebbero avere difficoltà a sbarazzarsi del fanalino di coda Roccasecca Prossedi, mentre più complicato, almeno sulla carta, sembra l’impegno dei ragazzi di Sessa, attesi a Sonnino da un Real che però non ha più nulla da chiedere a questo campionato. Tutt’altro che remota quindi l’ipotesi di uno spareggio per il titolo. Alla finestra c’è anche la Virtus Pontinia, distanziata di tre punti dal duo di testa. L’undici di Ceccarelli deve prima superare il Montenero e poi sperare in un improbabile doppio ko di Roccagorga e Santa Croce per raggiungere le due capoliste a quota 60. In quel caso, la classifica avulsa condannerebbe l’undici di Stefanini e sancirebbe lo spareggio tra Virtus Pontinia e Santa Croce.

Ipotesi spareggio che si profila anche in coda alla classifica: i verdetti salvezza si decideranno già al mattino. Il Campodimele va a far visita al già retrocesso Gianola con un unico obiettivo possibile: la vittoria. I ragazzi di De Meo dovranno poi sperare nella contemporanea sconfitta del Real Vallemarina in casa con lo Sperlonga per agganciare i rossoblu a quota 31 ed andarsi a giocare la permanenza in Seconda categoria in uno spareggio al cardiopalma.

don_bosco_gaetaCampionato che si chiude già oggi per Virtus Lenola e Don Bosco Gaeta, impegnate in un anticipo che si giocherà al “Comunale” di Itri per via dell’inizio dei lavori di rifacimento del terreno di gioco rossoverde. Gli oratoriali, dopo la sconfitta a tavolino al Penitro sancita in settimana dal Giudice Sportivo, hanno ottenuto la certezza di un posto per la prossima Coppa Lazio. Discorso opposto per un Lenola ormai allo sbando che non vede l’ora di giungere alla fine di una stagione davvero travagliata.

Chiudono il programma San Lorenzo – Marina Club e Penitro – Sonnino, due match che vedono impegnate squadre fuori da ogni discorso. Per i gialloverdi di Picano però potrebbe essere l’occasione buona per chiudere bene un campionato che, dopo i fatti di domenica scorsa (culminati con la squalifica di tre anni comminata a Marco Di Nardo), rischia di terminare in una maniera sbagliata.

Davide Di Cesare

Lascia un commento