Seconda categoria O – Real Vallemarina, basta un punto per il paradiso

Un piccolo punticino. E’ quello che manca al Real Vallemarina per salvarsi e coronare l’obiettivo con il quale la squadra rossoblu era partita ad inizio campionato. Una stagione iniziata con ovvio ritardo per via del ripescaggio in Seconda categoria, concretizzatosi solo ad inizio agosto, e partita quindi con tutti i problemi di una rosa allestita 

Leggi tutto

real-vallemarinaUn piccolo punticino. E’ quello che manca al Real Vallemarina per salvarsi e coronare l’obiettivo con il quale la squadra rossoblu era partita ad inizio campionato. Una stagione iniziata con ovvio ritardo per via del ripescaggio in Seconda categoria, concretizzatosi solo ad inizio agosto, e partita quindi con tutti i problemi di una rosa allestita per fare un’annata di vertice in Terza categoria ma ritoccata in fretta e furia per le esigenze di un campionato superiore.

Il Vallemarina è poi passato tra le forche caudine di due allenatori dimissionari, fino a che, a prendere le redini del cavallo rossoblu non è stato Fabio Di Vezza, giocatore, dirigente e tuttofare del sodalizio monticellano. Con lui in panchina (e sempre meno in campo al centro dell’attacco rossoblu), Tarquinio e compagni hanno provato a rimettere in piedi i cocci di una stagione che stava prendendo una piega sbagliata, in modo da rintuzzare gli ultimi assalti del Campodimele, terzultimo in classifica ma che nelle ultime settimane si è avvicinato parecchio.

mister Fabio Di VezzaA novanta minuti dalla fine del campionato, i ragazzi di De Meo hanno tre punti da recuperare al Vallemarina. In linea teorica, gli impegni dell’ultima giornata sorridono al Campodimele, atteso in casa di un Gianola ormai ampiamente retrocesso. L’undici di Di Vezza è chiamato a conquistare il tanto agognato punticino tra le mura amiche del “Comunale” di Monte San Biagio contro lo Sperlonga, una delle formazioni più in forma del Girone O.

Il tecnico Fabio Di Vezza confida però nei suoi ragazzi: “Speriamo di fare questo benedetto punticino, anche se lo Sperlonga verrà a giocarsi la sua partita senza regalare nulla. L’undici di Guglietta è una delle formazioni più in palla in questo finale di stagione e non sarà facile tenerli a bada. In ogni modo, confido nella voglia della mia squadra: ottenere la salvezza sarebbe un grande risultato, alla luce di tutte le vicissitudini che ci sono capitate durante questa stagione. Con la certezza della permanenza in Seconda categoria potremmo riorganizzare tutto per il meglio e ripartire la prossima stagione con altri obiettivi”.

Davide Di Cesare

 

Lascia un commento