II categoria – Isonzo e Bella Farnia improvvisamente risucchiate

Per motivi differenti potevano quasi essere le sorprese del campionato: Bella Farnia neopromossa e schiacciasassi tra le mura casalinghe e Nuovo Latina Isonzo, squadra dai mille volti ma capace sempre di sorprendere come nel campionato disputato la stagione precedente dove lottò per la coppa Lazio per una parte di stagione. Invece ora entrambe le formazioni stanno 

Leggi tutto

duo-bella-farnia

Per motivi differenti potevano quasi essere le sorprese del campionato: Bella Farnia neopromossa e schiacciasassi tra le mura casalinghe e Nuovo Latina Isonzo, squadra dai mille volti ma capace sempre di sorprendere come nel campionato disputato la stagione precedente dove lottò per la coppa Lazio per una parte di stagione. Invece ora entrambe le formazioni stanno vivendo un momento di crisi assoluta e si ritrovano solo pochi punti sopra la zona retrocessione (1 l’Isonzo, 2 i ragazzi di Orsini). La seconda categoria così rischia di scappare dalle mani improvvisamente per entrambe. Un rischio che nessuna delle due si sarebbe aspettata di correre solo 13 giornate fa. Infatti alla conclusione del girone d’andata il Bella Farnia aveva, insieme al Faiti, stupito in molti e addirittura ambiva alle zone alte della classifica. La terza posizione era distante solo 4 punti e il cammino casalingo dei gialloverdi stava regalando parecchie soddisfazioni alla formazione di Orsini.

Sui 22 punti ottenuti in tutto il girone d’andata infatti 17 portavano la firma del “Nalli” con Santini sempre letale con i suoi calci piazzati. Da quel momento però qualcosa è cambiato perché gli stessi 22 punti alla 20esima giornata valevano solamente una lunghezza di vantaggio sul terzultimo posto occupato dal Borgo Grappa. Da lì si è tornati incredibilmente sulla terra, il campo di casa non ha portato più gli stessi punti (una sola vittoria in questo girone di ritorno), Santini ha avuto parecchi problemi fisici e l’obiettivo principale è ritornato la salvezza. Una salvezza che però fino alla vittoria di Borgo Carso sembrava ottenuta con pieno anticipo, invece le tre sconfitte consecutive hanno riportato il Bella Farnia a rischiare tanto (solamente 9 punti nel ritorno).

pannoneSituazione che per certi versi è simile a quella del Nuovo Latina che ha avuto una stagione ancora più tribolata, soprattutto perché l’obiettivo principale ad inizio campionato non era la salvezza ma un campionato certamente più onorevole. Con Decio Sebastianelli in panchina le prime vittime sono state Montello e Sales, un inizio molto promettente. Poco dopo però si è spenta la luce e dopo parecchi turni senza vittorie Sebastianelli e il Nuovo Latina hanno preso strade diverse. L’Isonzo sotto la cura di Carnevali e Squerzanti in qualche modo sembrava comunque poter gestire la situazione, anche perché disponeva e dispone tutt’ora di una rosa nettamente superiore a quella delle dirette rivali per la salvezza. Invece anche qui qualcosa non ha funzionato, l’Isonzo dopo il +6 della 24esima giornata sembrava ormai ad un passo dalla salvezza ma ora, con soli 2 punti conquistati nelle successive 5 giornate la situazione è di nuovo molto difficile.

I ragazzi di Carnevali hanno l’occasione d’oro proprio al “Verga” domenica quando arriverà una Virtus Cisterna che sembra non abbia chiedere molto a queste ultime giornate di campionato, un discorso fatto anche prima di Virtus Cisterna-Montello però, e sappiamo tutti il risultato finale.

Leggermente più difficile invece l’impegno del Bella Farnia che al Nalli ospiterà l’Agora Santa Rita ancora in lotta per la seconda posizione ma che non passa un gran momento di forma quindi sperare è lecito. Considerando l’impegno proibitivo del Borgo Grappa sia Isonzo che Bella Farnia sicuramente staranno molto più attente alle sorti del Sales di Marco Ciaramella che nello scontro diretto con il Sabaudia potrebbe addirittura risucchiare per l’ultima giornata anche i ragazzi di Paolazzi per questa lotta salvezza.

Stefano Scala

Lascia un commento