L’angolo del D’Arp – Chi sarà la terza?

Eccoci al secondo appuntamento de “L’Angolo del D’Arp”. Bene, se la volta scorsa abbiamo parlato della vetta della classifica, ora non possiamo far altro che occuparci dei bassi fondi, della cosiddetta zona calda, dove in questo momento c’è una vera e propria bagarre. Atletico Bainsizza, Maenza e Campoverde sono tutte appaiate al terz’ultimo posto a 

Leggi tutto

darpi-274x3001Eccoci al secondo appuntamento de “L’Angolo del D’Arp”. Bene, se la volta scorsa abbiamo parlato della vetta della classifica, ora non possiamo far altro che occuparci dei bassi fondi, della cosiddetta zona calda, dove in questo momento c’è una vera e propria bagarre. Atletico Bainsizza, Maenza e Campoverde sono tutte appaiate al terz’ultimo posto a quota ventinove punti, mentre la Folgore è più avanti di tre lunghezze.

A centottanta minuti dal termine della stagione, dunque, sono in quattro a rischiare di dover accompagnare Latina Scalo ed Enea Gonzaga Fondi in Seconda Categoria. Tuttavia, occorre fare le opportune considerazioni. Tra le quattro, la Folgore parte da un posizione di netto vantaggio rispetto alle concorrenti: i ragazzi di mister D’Aguanno, infatti, potrebbero festeggiare domenica prossima la certezza matematica della permanenza in Prima Categoria qualora dovessero superare l’Hermada, ormai appagato dai trentotto punti conquistati in campionato.

Discorso completamente diverso, invece, per le altre: oltre all’identico bottino di punti, Atletico Bainsizza, Campoverde e Maenza sono accomunate dal fatto di dover affrontare il Città di Sermoneta prima della fine della stagione. Domenica scorsa è toccato ai lepini fare i conti con il temibile undici allenato da Marco Campagna, tra cinque giorni sarà la volta dei borghigiani recarsi al “Caetani” ed, infine, toccherà alla compagine di Roberto Cavicchioli ricevere al “Bridgestone” i gialloblu.

Sermoneta arbitro della salvezza? Beh, direi proprio di si. Bego e soci sperano ancora di accaparrarsi la quinta posizione e con essa la qualificazione alla prossima Coppa Lazio, quindi non concederanno certo sconti a nessuno. Quale sarà la terza squadra a retrocedere? Se qualcuno conosce la risposta giusta a questa domanda è pregato di farsi avanti perché, al momento, tutte e tre le squadre hanno uguali possibilità di salvarsi o di retrocedere.

Certo, il Maenza è la squadra che sta vivendo il momento più delicato: i ragazzi di Adalberto Marchetti, infatti, sembravano ad un passo dalla salvezza dopo le tre vittorie interne di fila riportate contro Hermada, Enea Gonzaga Fondi e Atletico Bainsizza, ma con altrettante sconfitte consecutive sono ripiombati nel baratro.

Il Campoverde, invece, domenica scorsa, è riuscito a tenere botta contro un avversario del livello della Nuova Circe, infilando il settimo 1-1 di questo campionato, in virtù del quale non ha perso terreno nei confronti della avversarie.

L’undici di Gaetano Franchini, infine, è riuscito a conquistare tre punti fondamentali contro l’R11 Latina. Ma i borghigiani devono (e sperano di) evitare l’arrivo in volata a pari punti: in caso di parità di punteggio di tutte e tre squadre, infatti, sarebbero proprio loro a soccombere in virtù del meccanismo della classifica avulsa.

Per sapere come andrà a finire, dunque, non rimane che attendere il 10 maggio (Adunata degli Alpini permettendo): insomma, come sempre quando si parla di retrocessione, tutto dipende dai risultati delle ultimissime giornate di campionato.

Simone D’Arpino

Lascia un commento