I categoria – Weekend tutto da vivere per il Monte San Biagio

Finale di stagione caldo in casa Monte San Biagio, sia sul fronte della prima squadra che su quello della formazione Juniores. I monticellani sono ancora in piena corsa per la conquista di un posto per la prossima Coppa Lazio, distante al momento tre punti. L’avvento in panchina di Giulio Rizzo, al posto del dimissionario Orticelli, 

Leggi tutto

monte-san-biagio1Finale di stagione caldo in casa Monte San Biagio, sia sul fronte della prima squadra che su quello della formazione Juniores. I monticellani sono ancora in piena corsa per la conquista di un posto per la prossima Coppa Lazio, distante al momento tre punti. L’avvento in panchina di Giulio Rizzo, al posto del dimissionario Orticelli, sembra aver dato quella sferzata necessaria ai biancoverdi per poter riprendere a correre. Il successo casalingo di misura con l’Hermada, ottenuto grazie ad una zuccata del centravanti Paolella, ha mantenuto inalterato il distacco dalla Nuova Circe. Domenica i monticellani si giocheranno gran parte delle residue speranze di Coppa Lazio in casa del Podgora Chiesuola Carso. Un match difficile che, tra l’altro, cade esattamente il giorno dopo ad un’altra grande sfida per il Monte San Biagio: sabato, infatti, la formazione Juniores, guidata dallo stesso Giulio Rizzo, si giocherà il campionato provinciale nello scontro diretto casalingo con la Nuova Itri.

Non sono bastate, infatti, 25 partite a designare la squadra vincitrice del girone C del campionato juniores provinciale. Per un curioso scherzo del calendario, l’ ultima giornata prevede una vera e propria finale visto che si affronteranno le prime due della classifica, il Monte San Biagio e la Nuova Itri, con quest’ultima in vantaggio di un punto.

Nel corso della stagione, i monticellani campioni uscenti, hanno mantenuto a lungo la testa per poi perderla a favore della squadra biancoceleste, e proprio nell’ultimo match si giocano il tutto per tutto con un solo risultato a disposizione, la vittoria. “Per me personalmente e per la società .– dice il mister Rizzo – E’ una grossa soddisfazione aver confermato l’ottimo campionato dell’anno scorso. Mi sento di dirlo, qualunque sia l’esito della sfida con la Nuova Itri. Detto questo, il Monte San Biagio ha la possibilità di giocarsi la stagione sul proprio campo, una grossa occasione così come una grossa responsabilità. Mi fido dei miei ragazzi, hanno esperienza, grinta e cuore per mettere in difficoltà gli avversari ma, se ciò non accadrà, tanto di cappello alla Nuova Itri che ha disputato un campionato straordinario”.

Entrambe le formazioni hanno vinto le ultime due partite anche se con punteggi diversi: il Monte San Biagio ha nettamente battuto la Nuova Circe e l’Enea Gonzaga mentre gli itrani hanno superato a fatica lo stesso Enea Gonzaga, e poi hanno regolato la Don Bosco Gaeta. La Nuova Itri forte del suo punticino di vantaggio ha la possibilità di giocare per due risultati su tre ma mister Rizzo non crede ad un risultato di parità. “Secondo me – aggiunge il tecnico biancoverde – Ciascuna squadra vorrà primeggiare sull’altra per dimostrare di essere superiore, perciò non credo che i nostri avversari verranno da noi accontentandosi del pareggio. Per noi la vittoria è obbligata ma sono convinto che la cercheranno entrambe le squadre. Possiamo battere la Nuova Itri – chiude il tecnico – A patto, però, di giocare al 100 per cento e di mettere in campo grinta e cuore. All’andata abbiamo perso e, se non dovessimo riuscire a vincere nemmeno qui in casa, vorrà dire che avremo meritato la seconda posizione.”

Per i padroni di casa ci sarà da fare i conti con l’assenza dell’attaccante Stefanelli che, espulso sabato scorso, sarà squalificato e con le precarie condizioni di almeno altri tre elementi che, in quanto acciaccati, sono in dubbio.

Davide Di Cesare

Lascia un commento