News – Arrivano gli alpini, regolarità dei campionati a rischio

Ancora nulla di ufficiale è giunto dalla Federazione, ma, basandosi sui fatti, la 30^ e ultima giornata di campionato di Prima e Seconda categoria sembra davvero a rischio rinvio. Il 90° raduno degli alpini (previsto a Latina dal 9 all’11 maggio, quindi proprio in coincidenza con la giornata di campionato) sconvolgerà la routine del capoluogo, 

Leggi tutto

zonapontinaAncora nulla di ufficiale è giunto dalla Federazione, ma, basandosi sui fatti, la 30^ e ultima giornata di campionato di Prima e Seconda categoria sembra davvero a rischio rinvio. Il 90° raduno degli alpini (previsto a Latina dal 9 all’11 maggio, quindi proprio in coincidenza con la giornata di campionato) sconvolgerà la routine del capoluogo, com’è normale che sia, visto che saranno previste ben 350 mila unità provenienti da tutta Italia: ovvero quasi il triplo del numero normale dei residenti.


 

 

PROPRIO per far fronte a questa “emergenza” alloggi, il Comune ha deciso di mettere a disposizione dei fondi in favore di chi avesse dato in affitto uno spazio aperto attrezzato con acqua potabile ed elettricità, dove potervi piazzare delle “tendopoli” temporanee.

LA lauta ricompensa ha giustamente ingolosito le piccole società di calcio di Latina e provincia, sempre più alla ricerca di denaro per tentare di tirare avanti in qualche modo tra mille difficoltà. Le stesse società hanno scelto quindi di cedere il proprio terreno di gioco. Gli impianti occupati saranno tutti, o quasi, quelli di Latina centro e borghi, che non potranno perciò essere in grado di ospitare la partita di campionato.

 

COSA succederà allora? In un momento così delicato della stagione non sarà facile prendere una decisione da parte della Federazione. Quel che è certo è che la giornata non potrà essere disputata, come paventato da qualcuno, su campi neutri. La 30^ potrebbe essere quindi spostata al mercoledì seguente (opzione che non sarebbe certo ben accetta da parte di giocatori e staff, la maggior parte impegnati nei propri lavori), oppure posticipata di una settimana.

 

SICURAMENTE, una volta ancora, è mancata la tempistica con cui il Comitato Regionale è intervenuto sulla questione. La giornata andava rimossa sin dal momento della stesura del calendario, visto che molte società avevano già raggiunto ad ottobre gli accordi con il Comune di Latina per l’affitto del proprio campo. Staremo a vedere, sperando che tutto ciò non alteri la regolarità dei campionati.

Gianpiero Terenzi

Lascia un commento